• info@taletespa.eu
  • 800 949340 - 0761 2381

Servizio Utenti

Sportello e Modulistica Online

Registrati ed accedi in tutta sicurezza e comodità nell'area interattiva per accedere ai nostri servizi.

Regolamento Del Servizio

Il regolamento del S.I.I. contiene le disposizioni in materia di distribuzione e fornitura di acqua.

Carta del Servizio

La Carta del Servizio è il documento che elenca le prestazioni fornite, i tempi e le modalità con cui sono eseguite.

Tariffe idriche Ato 1

Tariffe idriche in vigore nell'Ato 1 Lazio Nord.

Qualità delle Acque

Verifica la qualità dell'acqua nel tuo Comune.

AEEGSI Provvedimenti

Servizi Idrici

Informazioni Utili

Ultimi Avvisi

COMUNE DI CIVITA CASTELLANA – 20 APRILE 2017 – INTERRUZIONE FLUSSO IDRICO POTABILE PER INTERVENTO IN VIA DELLA REPUBBLICA

Si informano gli utenti del Comune di Civita Castellana che al fine di eseguire un intervento urgente di sostituzione di due saracinesche alla condotta idrica in Via della Repubblica, sarà necessario interrompere il flusso idrico giovedì 20/04/2017 dalle ore 08.00 a termine lavori (presumibilmente le ore 20,00). Pertanto, si potrebbero verificare abbassamenti di pressione e/o

Leggi tutto

AVVISO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

Si informa che nell’area Bandi di Gara e Contratti è stato pubblicato un avviso pubblico: AVVISO PUBBLICO INDAGINE DI MERCATO PER ACQUISIZIONE DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA URGENTE CON FORMULA DI NOLEGGIO A LUNGO TERMINE N 4 AUTOMEZZI PER SOTITUZIONE AUTOMEZZI OBSOLETI

Leggi tutto

10/04/2017 – INTERVENTO DI RIPARAZIONE URGENTE SU CONDOTTA IDRICA IN LOC LA BOTTE COMUNE DI VETRALLA – INTERRUZIONE DEL FLUSSO IDRICO

Causa lavori di riparazione urgente su condotta idrica Comunale in loc La Botte – Via Asmara, Lunedì 10/04/2017 dalle ore 9,00 fino a termine lavori (presumibilmente entro le ore 13,00 salvo imprevisti) , verrà interrotto il flusso idrico nelle seguenti zone: Frazione la Botte Cura di Vetralla zona limitrofa ferrovia Via Corneto Via Fosso Grande

Leggi tutto

Avviso agli utenti

Si avvisa la gentile utenza che nella giornata del 04/04/2017 potrebbero verificarsi dei disservizi al call center del numero verde a causa di problematiche tecniche in via di risoluzione. Talete SpA

Leggi tutto

ATTIVATO IL SERVIZIO DI TRASMISSIONE AUTOLETTURA DA TELEFONO FISSO E MOBILE

Nella continua ricerca volta al miglioramento del servizio reso all’utenza, Talete ha attivato l’opzione telefonica, sia fissa che mobile, per la trasmissione della lettura del misuratore idrico (Contatore). Per trasmettere la propria autolettura è sufficiente comporre il numero verde 800949340 (da rete fissa) o il numero 0761/2381 (da cellulare) e seguire le semplici indicazioni della

Leggi tutto

AVVISO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

Si informa che nell’area Bandi di Gara e Contratti è stato pubblicato un avviso pubblico:AVVISO PUBBLICO DI INDAGINE DI MERCATO PER ACQUISIZIONE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER LAVORI DI RIFACIMENTO RETE ARIA VASCHE DI OSSIDAZIONE DEPURATORE STRADA BAGNI COMUNE DI VITERBO

Leggi tutto

News

Entra in vigore dal 1° gennaio del 2016 il Metodo Tariffario Idrico 2016/2019, il nuovo quadro di regole approvato dall'Autorità per tariffe idriche sempre più capaci di incentivare i necessari investimenti nel settore, garantendo allo stesso tempo la sostenibilità dei corrispettivi applicati all'utenza, favorendo il miglioramento della qualità dei servizi, la razionalizzazione delle gestioni e riconoscendo in modo efficiente i costi per le sole opere effettivamente realizzate. Con la delibera 664/2015/R/idr, giunta al termine di un'ampia consultazione con tutti i soggetti interessati, l'Autorità per il secondo periodo regolatorio del sistema idrico integrato (SII), di durata quadriennale, intende continuare l'avviato percorso di sviluppo del settore attraverso una regolazione stabile e certa, elevando gli standard del servizio e la soste-nibilità sociale e ambientale della fornitura, nel rispetto dell'economicità, efficienza ed equilibrio economico finanziario nelle gestioni. Nel segno della continuità, il 'Metodo Tariffario Idrico 2' poggia sui due principi guida del precedente me-todo valido per il 2014/2015, con particolare riferimento alla selettività e alla responsabilizzazione, da attuare attraver-so una regolazione asimmetrica, capace di adattarsi alle diverse esigenze di un settore molto differenziato a livello loca-le e nella governance. La regolazione tariffaria applicabile nel secondo periodo regolatorio è riconducibile quindi ad una matrice di schemi regolatori (rispetto al precedente metodo tariffario, si amplia la gamma dei diversi tipi di schemi tariffari, sei e non più quattro) nell'ambito della quale ciascun soggetto competente potrà individuare la soluzione più efficace in base alle proprie realtà. Le nuove regole di qualità contrattuale Particolare attenzione è stata dedicata anche alla regolazione della qualità contrattuale nel settore idrico. L'Autorità, partendo dalla ricognizione delle principali criticità riscontrate, ha introdotto regole su diversi aspetti, univoche e valide per l'intero Paese, superando le difformità tra gli standard qualitativi attualmente previsti nelle Carte dei servizi adottate dai diversi gestori. In particolare, con la delibera 655/2015/R/idr, appena approvata, l'Autorità ha proposto regole per rafforzare la tutela degli utenti finali con l'introduzione di standard di qualità contrattuali minimi omogenei sul territorio nazionale, con i relativi indennizzi automatici pari a 30 euro che il gestore dovrà corrispondere all'utente in caso di mancato rispetto degli standard stessi. Tra le principali novità introdotte si segnalano gli obblighi minimi di fatturazione che prevedono, a tutela dell'utente, che il gestore emetta una bolletta semestrale per consumi medi annui fino a 100 mc, quadrimestrale per quelli tra 101 e 1.000 metri cubi, trimestrale per quelli tra 1.001 mc e 3.000, bimestrale oltre i 3.000 mc; le bollette superiori al 100% del consumo medio annuale potranno essere rateizzate e la relativa richiesta po-trà essere effettuata anche nei 10 giorni successivi alla scadenza. Sono inoltre previsti: tempi massimi per eseguire le prestazioni relative all'attivazione del contratto (ad es. 10 giorni per un allaccio, 5 giorni per attivare la fornitura o per una voltura); standard in materia di gestione dei reclami, risposte alle informazioni e servizi telefonici per gli utenti. Gli standard qualitativi definiti dall'Autorità dovranno essere garantiti a partire dal 1° luglio 2016, entrando a pieno regime dal 1° gennaio 2017.

Approvato il nuovo metodo tariffario 2016/2019 per sviluppo infrastrutture e servizi di qualità con nuove regole contrattuali omogenee per tutto il Paese.

( Comunicato stampa dell’AEEGSI. )

"L'acqua è il principio di tutte le cose" cit. Talete